Museo del Design a Milano

 

Dopo il successo dell’anteprima durante il Salone del Mobile a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa Italiana, il Museo del Design 1880-1980 apre in Via Borsi 9 a Milano col patrocinio di Expo in Città, del Comune di Milano e di Regione Lombardia.

MUSEI ITALIANI S.r.l – Via Gesù, 10 – 20121 Milano – +39 02 796145 –  museiitaliani.org
MUSEO DEL DESIGN 1880-1980 An Extraordinary Journey

Via Borsi, 9 20143 Milano

Orari di apertura:   Lun: 15:00-20:00
Mar, gio, ven, sab, dom: 10:30 – 20:00 Mer: 10:30 – 23:00

Contatti:  Tel: 02 83413302  www.museiitaliani.org

Tariffe di ingresso:  Biglietto intero €10 ridotto €8

 

Mendini_Proust-1

Una collezione tra le più importanti d’Europa è alla base del progetto museale ideato e fondato da Raffaello Biagetti (Firenze 1940 – Ravenna 2008) con l’obiettivo di raccontare cento anni di storia attraverso i capolavori dei più grandi maestri della scena del design internazionale. Un tesoro fino ad ora sconosciuto, riportato alla luce da Musei Italiani.

Siamo negli anni ’80: l’impianto curatoriale è affidato a Giovanni Klaus Koenig che, insieme a Filippo Alison e Giuseppe Chigiotti, costruisce la collezione creando un percorso fortemente didattico e coinvolgendo anche personaggi come Gae Aulenti, Dino Gavina e Piero Castiglioni.

Il Museo racconta la storia dell’arredo dal 1880 al 1980 attraverso un percorso spaziale per isole cronologiche: si apre nel cuore dell’Art Nouveau – prosegue verso la Scuola Viennese e il Bauhaus, percorre gli anni ’50 – attraverso le opere più emblematiche dei grandi progettisti francesi, scandinavi, americani – e gli anni ’60, che vedono protagonista il boom economico italiano. Le espressioni rivoluzionarie del design radicale e la nascita dei movimenti Alchimia e Memphis, chiudono l’itinerario della mostra.

Il Museo è arrivato a Milano grazie a Musei Italiani, una neo-nata organizzazione che ha l’obiettivo di promuovere il patrimonio culturale italiano, facendo ricerche sui giacimenti esistenti e coinvolgendo imprese e istituzioni per creare un sistema di impresa e valore.

Musei Italiani è orgogliosa di aprire le porte di questa nuova sede all’interno del Milano Design District, uno spazio in grado di accogliere e valorizzare la ricostruzione dell’allestimento originale all’interno di un’architettura contemporanea di forte espressività. Ad accogliere i visitatori sarà un vero e proprio Museo che racconta la storia, con l’idea di sviluppare nuovi progetti e servizi, tra cui uno spazio dedicato alla vendita di oggetti di design d’autore, con marchi come Serapian e Canepa entrambi contraddistinti da ricerca nella qualità made in Italy e passione per la creatività artigianale.

Le attività che il Museo proporrà saranno moltissime e tutte mirate a divulgare, far amare il design e rilanciare il tema del progetto, interrogandosi sull’esperienza del visitatore, diventando punto di incontro e scambio, coinvolgendo le scuole attraverso visite guidate, organizzando concorsi; tutto questo grazie all’importante contributo di Faram, che ha supportato ed affiancato Musei Italiani fin dall’inizio.

Imperdibili gli appuntamenti con protagonisti del design contemporaneo, che offriranno ai visitatori l’opportunità di farsi condurre dai grandi maestri in uno straordinario viaggio nel tempo, in cui le storie personali sono intrecciate a quelle delle grandi icone in mostra. Museo del Design 1880-1980 è una macchina del tempo che ci guida attraverso un percorso didattico in grado di raccontare l’evoluzione della creatività e la storia del design.

Autori in esposizione:

Antonì Gaudì, Michael Thonet, Charles Rennie Mackintosh, Adolf Loos, Joseph Hoffman, Walter Gropius, Jean Prouvé, El Lissitskij, Marcel Breuer, Mies Van Der Rohe, Renzo Frau, Frank Lloyd Wright, Gerrit Rietveld, Peter Keler, , Gunnar Asplund, Mart Stam, René Herbst, Le Corbusier, Hans Coray, Gio Ponti, Giuseppe Terragni, Ignazio Gardella, Harry Bertoia, Carlo Pagani, Alvar Aalto, Charles Eames, Isama Noguchi, Arne Jacobsen, Osvaldo Borsani, Ico Parisi, Eero Saarinen, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Carlo Scarpa, Gae Aulenti, Franco Albini, Marco Zanuso, Gaetano Pesce, Afra e Tobia Scarpa, Ettore Sottsass, Mario Bellini, Giancarlo Piretti, Vico Magistretti, Bruno Munari, Alessandro Mendini.