Il lungo week-end dell’arte a Torino

Come è ormai consuetudine, torna a Torino l’arte contemporanea grande protagonista ai primi di novembre, con una serie di eventi che animano vari luoghi sotto la Mole.
Dal 3 al 6 novembre l’Oval del Lingotto ospita Artissima, giunta alla ventitreesima edizione, con cinquanta curatori di gallerie, la nuova sezione Dialogue che presenta tre artisti massimo per stand e il consueto appuntamento con le New Entries con realtà nuove italiane e straniere. Ovviamente non mancano le realtà permanenti torinesi, il Castello di Rivoli, la Fondazione Re Rebaudengo, la Merz e la GAM per quella che è una delle fiere d’arte più amate dai collezionisti.
Il Pala Alpitour propone invece Flashback_All art in contemporary con incontri e riflessioni tra antico e moderno, in un sincretismo di differenze molto stimolante. Presenti 43 gallerie italiane e straniere, con pezzi come il quadro del Guercino La Madonna con il Bambino in gloria e i santi Rocco e Sebastiano, dipinta per l’oratorio di Nonantola tra il 1632 e il 1634 e ritenuta dispersa fino alla fine del Novecento e l’Astrolabio di Fusoris costruito intorno la fine del Trecento.
A Torino Esposizioni si conferma Paratissima, kermesse di artisti indipendenti, con come tema quest’anno To the stars, omaggio a astri, pianeti, realtà e leggende legati a loro. Protagoniste tutte le forme d’arte, pittura, composizione, scultura, video, con uno sguardo privilegiato per la fotografia e grande spazio per Cuba e Cina, nazioni ospiti.
The Others si sposta invece all’ex Ospedale Maria Adelaide, in lungo Dora Firenze 87, per parlare di arte emergente internazionale, ospitando realtà profit e no profit quali gallerie emergenti, centri no profit, spazi espositivi, fondazioni, collettivi di artisti o curatori e artist-run spaces.
Un nuovo spazio, nel grattacielo Intesa san Paolo al trentaseiesimo piano in corso Inghilterra 3, ospita Punctum. WORKING PAPERS, in’iniziativa per valorizzare il lavoro di dieci giovani artisti su foto storiche degli archivi.
In parallelo, si accendono da oggi a fin dopo tutto il periodo natalizio le Luci d’Artista, installazioni in vari punti della città che negli anni sono aumentate e cambiate.

Elena Romanello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *