La Grande Guerra al Museo del Risorgimento

Fino al 22 maggio prossimo il Museo del Risorgimento di Torino in piazza Carlo Alberto ospita la mostra Torino e la Grande Guerra 1915- 1918, per ricordare il centenario dell’entrata dell’Italia nella Prima guerra mondiale.
L’esposizione ricorda gli aspetti dell’operazione di propaganda a favore del conflitto nella città di Torino, impegnata da una parte nell’organizzazione del consenso alla guerra e dall’altra in un massiccio sforzo di assistenza agli abitanti, ai combattenti e agli sfollati.  Con la guerra Torino confermò la sua vocazione industriale e plasmò il suo futuro profilo nel settore metalmeccanico.
In mostra ci sono oltre trecento cimeli posseduti e non esposti sulla Prima guerra mondiali, tra manifesti, fotografie, giornali, volantini, cartoline, documenti e oggetti personali dei combattenti, raccolti dal Museo all’epoca, quando organizzò anche una mostra a favore della Famiglia del soldato nel 1917 presso il Circolo degli Artisti. L’esposizione di oggi traccia uno spaccato di un’epoca con varie testimonianze, spesso uniche e inedite, come una serie di manifesti sulla mobilitazione in città organizzati in una video installazione. La mostra è organizzata in due sezioni, La guerra al fronte, sulla vita in trincea, e l’altra, Torino in guerra, dedicata alla vita in città.
Chiude la mostra la drammatica denuncia di Louis Raemaekers degli orrori della guerra, con un significato universale.
La mostra è aperta con il Museo dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18.

Elena Romanello