Al via la Mostra fotografica “I Volti di Guna”

[dropcap]I[/dropcap]n occasione dei festeggiamenti per la Festa del Lavoro del 1° maggio, GUNA dedica uno sguardo insolito ai propri lavoratori con una mostra di scatti di Julian Hargreaves

Inaugura mercoledì 27 aprile 2016, presso l’avveniristico stabilimento GUNA di Milano, la mostra fotografica “I Volti di GUNA”, curata da Anna Pizzoccaro, con gli scatti di Julian Hargreaves e degli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia.

L’esposizione fotografica è un tributo a tutti i lavoratori e, in particolar modo, ai dipendenti GUNA che, giorno dopo giorno, portano avanti la loro missione con passione, “fabbricando salute”.

Julian Hargreaves – fotografo internazionale noto per i suoi scatti a Richard Gere, Katy Perry, Juliette Binoche, Nicole Kidman, Colin Firth e molte altre “celebrities” – ha infatti realizzato uno shooting presso lo stabilimento Guna di Milano.

“I nostri lavoratori sono le nostre vere ‘celebrities’ – ha dichiarato la curatrice della mostra Anna Pizzoccaro – ci piaceva quindi l’idea di coinvolgere una firma internazionale della fotografia come Hargreaves per omaggiare chi come loro da anni s’impegna con dedizione al servizio della salute dei cittadini”. Gli scatti testimoniano una “giornata tipo” in GUNA, e sono stati “rubati” dall’obiettivo nel pieno rispetto dei ritmi lavorativi dello stabilimento, senza dover interrompere in alcun modo le attività con scatti “in posa”.

Nel progetto sono stati coinvolti anche gli studenti dell’Istituto Italiano di Fotografia di Milano che hanno collaborato attivamente con Hargreaves, trasformando lo shooting in un vero e proprio importante momento formativo. I ragazzi hanno realizzato parte degli scatti che ritraggono i collaboratori dell’Azienda e il fotografo professionista al lavoro – e viceversa – dando così origine a una vera e propria raccolta di fotografie “dal vivo” a più livelli, ambientate nell’edificio del laboratorio farmaceutico di Via Palmanova, che rappresenta un’ardita sintesi di luce e colore in una zona “difficile” di Milano qual è il quartiere Palmanova.

“Un progetto per certi versi ‘non convenzionale’ esattamente come i farmaci prodotti dalla Guna – ha proseguito Anna Pizzoccaro – con ritratti fotografici che enfatizzano l’attenzione maniacale alla qualità in quest’azienda, e che ci ha spinto a voler investire anche su questi giovani talenti, realizzando una mostra accessibile a qualunque cittadino presso lo stabilimento di Milano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *