A Miasino (No) Da grande farò il curatore, il workshop dedicato alla curatela e alla progettazione culturale proposto da Asilo Bianco

Cosa significa essere curatore? Prendersi cura di qualcosa? Da dove si parte? Cosa è bene sapere? Come si trovano i fondi? Come collaborare insieme?

Sono queste alcune delle domande intorno alle quali ruoterà e si interrogherà la quarta edizione di Da grande farò il curatore, il workshop dedicato alla curatela e alla progettazione culturale proposto da Asilo Bianco il 9, 10, 11 marzo presso Villa Nigra a Miasino (Lago d’Orta, NO). Un corso per imparare a fare il curatore. E lo si impara da chi e con chi lo fa di mestiere: curatori, direttori artistici, professionisti del mondo dell’arte, artisti, imprenditori. Il tutto con la consapevolezza di quello che diceva uno dei più grandi curatori del ‘900, lo svizzero Harald Szeemann a cui il Getty di Los Angeles sta dedicando un’importante mostra: “La cosa più importante della curatela è farlo con entusiasmo, amore e un po’ di ossessività”.

Il corso analizzerà iniziative eterogenee legate all’uso di spazi non convenzionalmente deputati all’arte ed esperienze che si pongono al confine tra arte, impresa e territorio. Un focus particolare sarà dedicato alle residenze per artisti, occasioni indispensabili di incontro tra artisti, curatori e reti territoriali. Tutti gli interventi terranno in considerazione gli aspetti legati al fundraising e alle diverse modalità di finanziamento dei progetti con analisi delle “buone pratiche” in ambito culturale.
Tra i relatori: Alberto Alessi, Fortunato Amarelli, Marta Calcagno, Giovanni Campagnoli, Giovanna Felluga, Antonella Parigi, Federico Pepe, Marco Tagliafierro.

I partecipanti avranno la possibilità di lavorare in gruppo e venire selezionati con un progetto espositivo da realizzare a Villa Nigra, sul Lago d’Orta, nell’estate 2018.

DA GRANDE FARÒ IL CURATORE
Workshop per curatori e operatori culturali
| 9-10-11 marzo 2018 |
Villa Nigra, Miasino (Novara)
Un progetto di Asilo Bianco
Luoghi ed esperienze tra arte contemporanea, economia e territorio
Programma
Venerdì 9 marzo // 21.00 > 23.00
21.00  Presentazione del programma e dei partecipanti – a cura di Asilo Bianco
21.30  Federico Pepe, Jacopo Benassi
Sabato 10 marzo // 9.30 > 18.00
10.00  Alberto Alessi
10.45  Fortunato Amarelli
11.30  Giovanna Felluga, Marco Tagliafierro
13.00  Pausa pranzo
14.00  Antonella Cirigliano
14.45  Nicoletta Mongini
15.30  Marta Calcagno
16.15  Coffee break
16.30  “Officina della Scrittura” Museo del Segno e della Scrittura
17.15  Antonella Parigi, Giovanni Campagnoli
Domenica 11 marzo // 9.30 > 16.00
9.30  Coffee break
10.00  Wolfgang Natlacen
10.45-13.00  Tavola rotonda. Residenze artistiche a confronto – coordina Giorgio Caione
Can Serrat (Barcellona): Sophie Blais, Nihil Mumcu
viadellafucina16 Condominio-Museo (Torino): Brice Coniglio
Embassy of Foreign Artists (Ginevra): Richard Le Quellec
Case Sparse (Val Camonica, Brescia): Monica Carrera, Francesca Damiano
13.00  Pausa pranzo
14.00  Laboratorio con progettualità condivise
Per iscrizione, info e programma completo: segreteria@asilobianco.it / 320 9525617
www.asilobianco.it
L’Associazione Culturale Asilo Bianco è una piattaforma di lavoro nata nel 2005 sul Lago d’Orta, in Piemonte. Da anni lavora per rigenerare luoghi dimenticati e per far germogliare la cultura di un territorio attraverso i semi dell’arte contemporanea. Asilo Bianco promuove per il 2018 una programmazione di workshop culturali interdisciplinari nella cornice di Villa Nigra a Miasino (NO). Quello di Asilo Bianco è un impegno che guarda all’arte, all’architettura, al design, al cinema, alla letteratura, alla fotografia, al sociale, all’ambiente – www.asilobianco.it

Ufficio stampa: Paola Fornara (Asilo Bianco) – tel. 346 3002931 – paola.fornara@gmail.com